Ragazzo sorridente - Cura Parodontite

La Parodontite

La parodontite è un infezione batterica
che colpisce i tessuti di supporto del dente (parodonto)

Nasce dall’accumolo del tartaro
e dai batteri nel solco gengivale

Spesso le conseguenze
di questa malattia sono irreversibili

I batteri liberano tossine nel solco gengivale
causando l’infiammazione del parodonto
ed il riassorbimento osseo.

I tessuti che circondano i denti
vengono compromessi,
fino ad essere distrutti
portando la perdita dentale;

Il fumo, le abitudini alimentari,
i problemi del sistema immunitario
e una cattiva igiene dentale,
agevolano l’infezione.

La placca dentale

Lo Sapevi che 24 ore sono sufficienti
ai batteri che si accumolano nella saliva,
per formare la pellicola molto strutturata
che costituisce la placca dentale?

La placca gioca un ruolo
determinante nella parodontite,
senza di essa la malattia non esisterebbe.

Quando la placca si attacca
con solidità diventa impossibile eliminarla
con lo spazzoli
no o il filo interdentale.

Solamente gli strumenti dell’igienista
possono eliminare il tartaro dal dente.

Se la pulizia professionale
non viene effettuata,
le tossine liberate dai batteri
cominciano un’azione distruttiva
e danno inizio alla PARODONTITE.

Parodontite
e malattie sistemiche

Dati derivanti da studi clinici controllati
hanno messo in evidenza un miglioramento
dell’infiammazione sistemica dopo
terapia parodontale non chirurgica.

Questo suggerisce che la parodontite
possa aumentare il carico infiammatorio
sistemico 
contribuendo alla patogenesi
di malattie infiammatorie croniche
quali, ad esempio, l’aterosclerosi.

CORRELAZIONE TRA PARODONTITE E
MALATTIE SISTEMICHE: 
COME AVVIENE

I batteri patogeni che causano
la parodontite sono in grado di

  • Penetrare all’interno dei tessuti gengivali
    e da lì entrare nel circolo ematico; e/o
  • Produrre una intensa
    risposta infiammatoria
    locale con riflessi sistemici.

In questo modo, possono provocare

patologie più o meno serie
anche in organi o apparati
lontani da quello di partenza.

Numerosi studi dimostrano
che chi soffre di parodontite
ha valori di granulociti neutrofili circolanti
e parametri infiammatori sistemici elevati
(come la proteina C reattiva)
rispetto alle persone sane.

uomo anziano - uomo di terza età

Protocollo di cura

Dopo la prima visita
e previa diagnosi,
si propone al paziente
un protocollo di trattamento
che a seconda dei casi può prevedere:

  1. La chirurgia parodontale
    soprattutto nelle zone estetiche,
    con un intervento che prevede
    tecniche rigenerative,
    dove la sola zona dell’intervento,
    non verrà sottoposta a strumentazione.
    Viceversa si esegue l’igiene professionale,
    secondo necessità, in tutte
    le altre aree della cavità orale.

  2. In tutti gli altri casi,
    che sono nettamente prevalenti,
    si propone al paziente
    di iniziare la terapia causale,
    che comprende la motivazione
    del paziente e la strumentazione
    parodontale non chirurgica,
    e che si può articolare
    in un numero variabile di sedute,
    a seconda delle necessità individuali:
    da un minimo di due sedute
    a un massimo di quattro

È bene sottolineare alcuni punti.

Indipendentemente dal protocollo adottato,
è essenziale che la strumentazione
parodontale non chirurgica
cerchi di rimuovere tutto ciò
che è estraneo al dente

(Biofilm microbico, tartaro, discromie)
e al contempo rispetti la sostanza biologica.

Ove necessario
si effettuerà un esame (test salivare)
per verificare il tipo di battere
che colonizza il cavo orale
cosi da poter valutare con lo specialista,
a seconda dei casi, qual è il tipo di prodotto
da utilizzare per annientare
la colonizzazione batterica

L’obiettivo principale è quindi
quello di rimuovere il fattore eziologico,
che provoca l’infiammazione,
nel modo più efficace e consono

L’applicazione dei protocolli
ed i progressi nel campo
delle conoscenze
di microbiologia parodontale,
associati alle migliorie tecnologiche,
possono aiutarci sia a capire
l’esatta natura delle infezioni parodontali,
sia a eseguire un trattamento nel modo più efficace e rapido possibile.
Il protocollo di trattamento prevede:

Test Microbiologico (BPA)
Test microbiologico che fornisce
un risultato qualitativo e quantitativo
relativamente ai principali agenti patogeni
associati all’insorgenza
e alla progressione della parodontite…
Approfondimenti

Test di Valutazione
del Rischio Parodontale (GPS)
Unico test genetico realizzato in linea
con la più moderna ricerca scientifica internazionale,
che cerca di sviluppare il concetto
di “Infettogenomica Parodontale”
Approfondimenti

Antibiogramma (ANT)
Fornisce al dentista indicazioni in merito
al principio attivo antimicrobico più efficace
da utilizzare per attuare una terapia parodontale di successo.
Approfondimenti

Test di valutazione
dell’attività enzimatica (MMP8)
Test per rilevare i livelli della aMMP-8
a livello salivare o del fluido crevicolare/sulculare,
è un indice precoce di danno tissutale
a livello del cavo orale che consente al clinico
un intervento tempestivo che eviti al paziente
danni parodontali e perimplantari.
Approfondimenti

Affidati ai nostri professionisti e fissa il tuo Check Up gratuito
aderendo alla promozione per la Prevenzione Parodontale
avrai la prima seduta ad € 29,90
ed uno sconto del 40% su tutto il pacchetto Parondontale

PACCHETTO PARODONTO:

La terapia causale

  • Curettage Tasche
  • 3 seduta da 1h programmate nell’arco di 3 settimane
  • 1 Test Microbiologico (BPA  Light Test)
  • Sondaggio iniziale e a distanza di un paio di mesi sondaggio finale
  • A discrezione del medico: somministrazione di farmaco sottogengivale.
    Affrettati! …posti limitati
    Clicca qui per accedere alla PROMO
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NOTE SULL’AUTORE
Alessandro Dental Blogger, Grafico, Appassionato di Arte e Scienza.

Ha collaborato con agenzie creative
specializzate in comunicazione e in organizzazione di eventi.
Dal 2018 lavora come creativo di EasyDent (cliniche odontoiatriche).
Ricercatore in odontoiatria
realizza contenuti in diretta collaborazione col team EasyDent,
pensati per il pubblico non esperto.